Leggere scrivere e pubblicare Racconti online su Owntale

Una piattaforma ricca di funzionalità dove pubblicare, leggere e scrivere racconti gratuitamente. Mettiti alla prova e raggiungi il punteggio milgiore!

la testa con ritmo veloce urtava dolcemente contro il muro di piastrelle posto di fronte a lui ma non se ne preoccupava   perché la cuffia di lana grigia attutiva l’impatto ammortizzandolo.

la posizione era scomoda a causa del poco spazio e delle fattezze di lui:un bel metro e novanta imbacuccato in un grosso pile per proteggerlo dal freddo

dalla finestra vedeva i piccioni con aria satolla che si ingozzavano di granaglie perse da qualche mezzo.

aveva pochi secondi per terminare l’operazione…qualcosa poteva cambiare …qualcuno poteva arrivare

l’orecchio era teso a cogliere vibrazioni che lo potessero mettere in allarme …il suo corpo era intento a compiere il massimo sforzo e anni di praticantato lo avevano reso lucido ed efficiente ad espletare velocemente la pratica..

ma ecco inaspettata ..un porta che si apre ..”cristo santo mi devo sbrigare”

passi ..anzi piu’ passi ..”presto la cintura …maledette macchine elettriche….”

“c’e nessunooo?” la voce squillante della donna non dava scampo.. doveva farlo ora..doveva farlo subito..

si alzo’ di scatto ed in un unico movimento trasse a se i pantaloni e con un  gesto degno di un samurai cintura e maglione erano a posto

usci dal bagno con un sorriso  di cortesia e dopo essersi velocemente ricomposto pose innanzi a se la mano tesa per una cordiale stretta di mano  ..”buongiorno signora eccoci qua… a scusi non ho la mascherina….

2
0

Commenta il racconto di

Lascia un commento

5 Comments