Leggere scrivere e pubblicare Racconti online su Owntale

Una piattaforma ricca di funzionalità dove pubblicare, leggere e scrivere racconti gratuitamente. Mettiti alla prova e raggiungi il punteggio milgiore!

Finalmente riuscirono a rincontrarsi dopo un lungo periodo di separazione, dopo tutte le complicazioni, dopo tutte le difficoltà di questa storia, il destino li aveva nuovamente uniti, aveva fatto si che nuovamente i loro cammini si incrociassero. Sapeva che lo avrebbe rivisto in questa occasione, non era però convinta o sicura di come si sentisse a riguardo, una parte di lei fremeva all’idea di rivederlo, di incrociare nuovamente il suo sguardo e di provare ancora le stesse sensazioni che solo lui le faceva provare, era emozionata al pensiero che anche lui potesse di nuovo provare le stesse sensazioni per lei rivedendola nuovamente dopo tutto questo tempo. Allo stesso tempo però temeva che per via del fatto che questa era una relazione così proibita e che avevano entrambi dovuto far così tanto in modo di non provare più quello che provavano, di non pensare più uno all’altro che nel rivederla lui non avrebbe più ormai provato niente, che non fosse stato un sentimento così forte e duraturo, ma una semplice e volatile cotta e che tutto questo tempo distanti più il desiderio di dimenticare questo amore proibito avesse cancellato completamente questi sentimenti dal suo cuore, e che non sarebbero mai più tornati. Temeva anche allo stesso tempo di ciò che avrebbe seguito al rivederlo e poi perderlo nuovamente dopo aver così tanto lavorato nel cercare di andare avanti e dimenticarlo, dimenticare come la faceva sentire, dopo aver smesso di pensare a lui costantemente, dopo che aveva smesso di essere colui che riempiva le sue giornate costantemente. Ormai il suo cuore si era un po’ rassegnato all’idea che non ci sarebbe mai stato un ”noi” , aveva provato ad andare avanti e dimenticare, guardarsi intorno nella speranza che qualcun altro subentrasse e la allontanasse completamente da questo sentimento, da questi ricordi, che la aiutasse a dimenticare e a farle provare nuovamente queste sensazioni e che potesse renderla felice così come faceva lui. Sapeva che probabilmente ci sarebbe voluto un po’ e cercava di capirne il senso dietro a questo conoscersi così futilmente, così inutilmente, perché il destino facesse in modo che si rincontrassero continuamente se poi non erano destinati a restare insieme. Il destino ha un certo senso dell’umorismo devo dire. Era quasi certa che non l’avrebbe rivisto, tutte le occasioni che avevano avuto di rivedersi erano sfumate, ogni volta che avessero provato a rincontrarsi volutamente, che avessero provato a far funzionare questo anche se non avessero mai dovuto, che avessero provato a seguire il proprio cuore, ma non aveva mai funzionato, erano stati così vicini, ma allo stesso tempo così lontani così tante volte, tanto da volerci rinunciare e metterci un punto, tanto da cercare di dirsi addio, e ora eravano così vicini dal forse riversi ancora.. avrebbe funzionato sta volta? o era semplicemente assolutamente proibito, così proibito che ogni volta che stava per succedere che i loro sguardi potessero incrociarsi nuovamente il destino si sarebbe messo con tutte le sue forze per proibire questo incontro, per ricordargli che due come loro non potevano sentire quello che sentivamo l’uno per l’altro. Eppure lo avevano sentito. E se il destino avrebbe lasciato che questo incontro così casuale e inaspettato accadesse ora che avevo quasi rinunciato a questo sogno, ora che ormai non si scrivevano nemmeno più che avevano smesso di combattere questa distanza e sopraffare queste regole che tanto li tenevano lontani, ora che avevano deciso di seguire il destino a loro malincuore e queste regole che negavano la loro unione che tanto gli erano nemiche, eppure il destino li stava forse per riunire, ma perché? Sarebbe successo davvero? E se fosse solo per fargli capire che non doveva essere? E se si stessero solo illudendo nuovamente che si sarebbero rivisti? E se non fosse venuto? E se non avesse più provato nulla per lei? E se lei non avesse provato più nulla per lui? Se non si fosse più fidata dopo averlo visto rinunciare e scappare via, lasciandola sola con i suoi sentimenti. E se, e se, e se. Quanti se e quanti perché nella loro mente e nessuna risposta certa sul perché di tutto questo, e perché stesse succedendo e perché proprio a loro. I giorni si avvicinavano. Sarebbero riusciti a rivedersi? e questo avrebbe cambiato le cose o sarebbe rimasto tutto uguale e inalterabile? questi pensieri balenavano nella sua mente nei giorni che mancavano al rivederlo, finché finalmente non si fossero uniti di nuovo.

Ebbene si, eccomi qua che mi preparo per questo viaggio convinta che lui non ci sarebbe stato più che avrebbe dovuto andare di nuovo, che il Signor Destino lo stesse chiamando a svolgere il suo compito altrove come entrambi credevamo sarebbe successo, eppure avevo ricevuto notizia da un amica che si trovava da quelle parti che sarebbe stato ancora li per quella data, che avremmo potuto rivederci forse e non sapevo che pensare. Ovviamente volevo rivederlo, ma non sapevo se questo avrebbe significato qualcosa per lui o avrebbe solo nuovamente offuscato la mia mente e l’avrebbe riempita nuovamente di pensieri e confusione e che non sarei potuta andare avanti nuovamente, ora che stavo quasi per farlo, o almeno che credevo o speravo fosse così. Mi chiedevo allo stesso tempo se lui sapesse del mio viaggio, se anche lui pensasse a questa strana coincidenza che di nuovo ci faceva forse incontrare, che coincidenza in fondo non era perché sappiamo entrambi che non esistono. Sappiamo che è parte del grande piano del Signor Destino, ma non capivamo bene il perché. Io non lo capivo e non capivo nemmeno cosa passasse per la sua mente, se veramente avesse rinunciato a tutto, a noi per seguire al meglio il piano del Signor Destino e il suo compito che gli era stato assegnato che però proibiva il nostro amore o se semplicemente avesse indirizzato i suoi pensieri altrove verso un altro amore proibito, se semplicemente avessi smesso di far parte del suore cuore. E tutti questi pensieri e cosa stesse pensando e facendo in questo momento, se ogni tanto anche io capitassi nei suoi pensieri, mentre il giorno dell’incontro si avvicinava e più si avvicinava più la mia indifferenza nei suoi confronti si scioglieva come ghiaccio sotto al sole cuocente e il desiderio di rivederlo ritornava con forza e arroganza nella mia mente.

Finché il giorno arrivo…

 

1
0
SheLovesTheSun

Lei, una tempesta, Lui, l'arcobaleno che la rasserena.

TAGS: - - - - -

Commenta il racconto di

Lascia un commento

2 Comments