Leggere scrivere e pubblicare Racconti online su Owntale

Una piattaforma ricca di funzionalità dove pubblicare, leggere e scrivere racconti gratuitamente. Mettiti alla prova e raggiungi il punteggio milgiore!

Lui è Sam, che ama le farfalle e che cammina all’indietro. Lui è Sam, che si veste con disordine, che non si pettina mai i capelli, che mette le lenti a contatto ma non vuole che venga chiamato “occhialuto”. Lui è Sam, che non esce la sera, che guarda documentari sugli orsi bruni, che non ha Instagram, che legge libri su libri in pochi giorni. Lui, è Sam, che non ha paura a spingersi oltre i pregiudizi, che non è anti-conformista ma che è come un pesce controcorrente. Resiste anche più dei pesci grandi e grossi, e riesce ad arrivare alla meta, a prendersi una medaglia, e a lasciarla in uno scaffale in mezzo alla polvere. Lui è Sam, che a scuola guarda fuori dalla finestra, che pensa sempre nonostante sia molto sbadato. Lui è Sam, lo puoi amare e lo puoi odiare, ma rimarrà sempre se stesso, quello delle foglie tra i capelli, quello della numismatica e della filatelica.

Ma Sam sa. Sam sa che certe cose nella vita cambiano, e quindi anche noi dobbiamo cambiare. Sam sa che dovrà trasformarsi in fretta da bruco a farfalla o sennò non riuscirà ad essere accettato. Sam dovrà decidere se entrare nel cerchio della vita o rimanere fuori per sempre. E Sam tenta, ma non ce la fa, Sam tocca il bordo ma è troppo alto e lui alto non è. Sam sente il vociare provenire dall’altra parte del muro. E infine Sam cade, per la prima volta, cade. Arrabbiato perché non era stato all’altezza, perché forse non era stato capace di non essere Sam.

1
0
TomStone
About

Appassionato nei criteri imperfetti del proprio essere, da sempre forte minimalista, il tutto racchiuso in un forte vortice di domande e interrogativi, che forse non risolverò mai

Commenta il racconto di

Lascia un commento

3 Comments

    1. TomStone
      TomStone

      Scusate, ma vorrei rispondere a tutte quelle persone che commentano sempre le stesse parole solamente per poter scrivere. Adesso, sorvolando il fatto che per scrivere bisogna scrivere, si può quantomeno commentare parole diverse e se possibile relative allo scritto, caro Filippo Armaioli. La prossima volta ti prego di non commentare un parere non relativo a quello che scrivo, nei commenti, grazie 🙂