Leggere scrivere e pubblicare Racconti online su Owntale

Una piattaforma ricca di funzionalità dove pubblicare, leggere e scrivere racconti gratuitamente. Mettiti alla prova e raggiungi il punteggio milgiore!

REMEMBER 3

Nuova destinazione: Agosto 1968 Motosilurante 443 ,  con base a Brindisi con riferimento alla 42^Squadriglia Mas. Dopo 7 giorni di licenza…mi presento all’entrata del Forte della Marina Militare di Brindisi , all’Ufficiale di guardia ; mostrandole il foglio di dove ero destinato e mi indicò dove e a chi presentarmi. All’Ufficio ricezione nuovi arrivati mi chiama un Capo di Terza (Maresciallo) che mi  manda direttamente al mio nuovo posto raccomandandomi di avere dei lucchetti validi per chiudere tutto in sicurezza e onde evitare che mi venga rubata roba personale di fare un segno identificativo a tutto. Mi disse di mettermi in tuta da lavoro e di presentarmi al mio Comandante dopo aver sistemato tutto. Cosa che feci e mi recai alla Segreteria della M/S 443 dove erano altri Uffici delle M/S 472 -473-474-481 e Ufficio del Capo Squadriglia, mi trovai di fronte a un Sergente che mi preparò la tessera dei miei compiti e assegnazione del mio nuovo incarico…e in più mi disse se ero capace di scrivere a macchina..,e alla mia risposta affermativa con un sorriso mi disse …” bene…domattina vieni quì…che vedi il Comandante e magari incominci a  fare il mio lavoro.” Lui, Larry  di nome e all’apparenza simpatico, mi disse di darle del tu che saremmo diventati amici sicuramente. Mi accompagnò alla Motosilurante dove i miei futuri compagni erano al lavoro…con varie pulizie… e sistemazioni di materiale per la prossima uscita in mare.  Larry mi indicò il mio posto di lavoro e incominciò a spiegarmi cosa dovevo fare durante la navigazione con la raccomandazione di non trascurare nulla e di scrivere tutto sul brogliaccio di navigazione..quello che avveniva.La MS 443 era molto diversa dalle altre…sia come scafo  che di lunghezza era inferiore alle altre e tutto in legno …(e subito ho pensato ha un residuo di guerra…che visto in vari film di quel periodo mi ricordava questo) La mia postazione era sottoplancia e il Radar mai visto alla Scuola di Taranto mi preoccupava…ma una volta acceso , sempre con Larry che mi spiegava il funzionamento mi rasserenai per la semplicità d’uso.Si presentò il Radiotelegrafista.che sapendo che ero di origine Piemontese e lui Ligure mi fece sentire come a casa tra amici e anche il Nostromo mi diede il benvenuto(Secondo Capo)(Sergente Maggiore)…in quel frangente di tempo ,conobbi tutti tranne il Comandante. Di equipaggio in totale eravamo in 16 tra Sottufficiali e Marinai  più il Comandante e il Vice Comandante che era un’aspirante GuardiaMarina appena arrivato dall’Accademia di Livorno. La mattina mi ripresentai alla Segreteria che Larry già presente mi disse cosa fare..(prendere secchiello e ramazza per pulire tutto il corridoio..di tutti gli Uffici). Incominciai a vedere un andirivieni di persone e tutti pronti per una nuova giornata…finito il mio lavoro …arrivarono dei panini con provolone…che al solo pensiero mi viene ancor’oggi l’acquolina in bocca. Intanto Larry mi fece scrivere a macchina per vedere come mi comportavo e a sua detta mi disse che ero molto veloce…e mi fece complimenti nel frattempo arrivo il Comandante (SottoTenente di Vascello) che subito mi disse : ” Ciao !! ..non ti sei ancora stufato di sentire Larry???” mi presentai e subito mi sentii a mio agio…quando mi disse …quì siamo tutta na Famiglia e lo capirai col tempo..,e fai il tuo lavoro nel migliore dei modi e non farti scrupoli …vai deciso, ora tra poco siamo in uscita e penso che sai già tutto …ma per qualsiasi cosa in navigazione non farti prendere dal panico e ricorda il nostro motto è : Memento Audere Semper(Mas) (Ricordati di osare sempre) ! Il Comandante, di nome  Moffa, che per mè col passare degli anni è stato un padre. Ore 14,30 prima uscita in mare per me…La M/S 443 con tre motori a benzina  era impossibile non sentirne l’odore incredibile a bordo, e percorrendo il canale di uscita dal Porto alla mia sinistra un’Imponente Monumento ai Marinai..,noi  allineati in fila con le altre Motosiluranti..tutto e tutti salutarono come di rito ! L’uscita era per un’esercitazione di Tiro avendo la motosilurante a prora una mitragliera fissa che andava usata e prova di abilità e prontezza del personale addetto e due lanciasiluri a poppa .Arrivati alla zona interdetta alla Navigazione di Pescherecci e Navi …iniziammo la nostra esercitazione …e io al Radar dovevo comunicare quando eravamo sulla rotta del rimorchiatore che trascinava la zattera col bersaglio, e inoltre scivere tutto senza tralasciare quello che stavamo facendo; all’intercettazione del bersaglio ..lo comunicai in plancia con tutti i dati …(Distanza e velocità dell’obbiettivo) e di lì a poco iniziarono a sparare sul bersaglio….che colpirlo era una cosa non facile causa il rollio della Nave…io dalla mia postazione non vedevo molto..anche perchè non avevo neppure il tempo per guardare  dovevo scrivere inizio e fine fuoco ! Ma dall’urlo che cacciò il Comandante capii che era stato fatto un ottimo lavoro…Bersaglio Centrato !!!! Durante la navigazione di rientro il Nostromo mi portò due pacchetti di sigarette spiegandomi che ogni navigazione ci spettavano…e superando la mezzanotte il doppio.!!Waooowwww  che meraviglia !!! Ora capisco perchè tutti fumatori !!! Continuai la mia vita sulla Motosilurante 443 fino all’Ottobre 1968 perchè la 443 andava in disarmo…..e la sera prima, tutto l’equipaggio a festeggiare in un noto Ristorante del posto…dove con la mia faccia tosta invitai tre ragazze al nostro tavolo a conoscere il Comandante e stare in compagnia con noi che accettarono di buon grado. Non sò di preciso ma penso che il Comandante in seguito si sposò con una di quelle ragazze ! A me era arrivata la nuova destinazione di trasferimento che destino vuole era la Motosilurante 473 !!!

1
0
Supersanto49

Ex Sott/le M.M. - Ex G.d.F. - Divorziato - Pensionato (71enne ma spirito di 20enne)...sono Ateo.. ! I miei Hobby : Pesca Sportiva - Trap (Tiro a volo al piattello) - Passo molto tempo al computer,gioco a Burraco e tresette.-

Commenta il racconto di

Lascia un commento